15 – Commissione Sicurezza – Programma

Composizione Verbali Programma Documenti Links Forum

 

 

PROGRAMMA DELLE ATTIVITA’ (rev. 0 del 25/05/10)

QUADRIENNIO 2009 – 2013

Obiettivo principale e condiviso da tutti i colleghi è la creazione di relazioni e la condivisione di esperienze al fine di
migliorare e rafforzare le competenze di ciascuno e di contribuire a creare e diffondere la Cultura della sicurezza tra i
colleghi e negli ambiti di lavoro nei quali ciascuno si trova ad operare.
Per raggiungere tale scopo sono state individuate le seguenti attività:

  1.  Collaborazione con l’Ordine nell’organizzazione delle attività di formazione, in particolare per l’aggiornamento delle figure che si occupano di sicurezza nei cantieri edili (Coordinatori per la sicurezza), ma anche per chi si occupa di sicurezza, rivestendo eventualmente ruoli di responsabilità, in ambito aziendale. Tale collaborazione potrà riguardare, a seconda delle necessità, la definizione dei contenuti e dei temi da approfondire in appositi corsi o seminari fino all’organizzazione completa dell’evento formativo. Per l’argomento è stato manifestato un grande interesse che ha portato alla costituzione di due gruppi di lavoro che si occuperanno delle attività previste con la collaborazione ed il supporto dei componenti della Commissione che negli anni passati hanno proficuamente svolto questo compito.
  2. Approfondimento di specifiche tematiche nell’ambito della Commissione o di gruppi di lavoro ristretti, formati da persone che manifestano un particolare interesse e/o competenza per l’argomento trattato. Al primo argomento individuato, la problematica dell’accesso in sicurezza ai tetti, ne verranno via via affiancati altri, prendendo spunto da temi di attualità e/o raccogliendo i suggerimenti dei colleghi. È stato confermato l’interesse per il settore della Prevenzione incendi; al gruppo, già consolidato, hanno aderito nuovi componenti. Le attività proseguiranno con il coordinamento temporaneo dell’ing. Giuseppe Cortesi, in attesa di conferma o individuazione di un nuovo referente. Ogni qual volta le attività non vengano svolte in sede di Commissione, il lavoro dei gruppi dovrà essere riportato in apposite relazioni di sintesi che possano essere presentate in Commissione e rese accessibili a tutti mediante gli strumenti di informazione previsti, al fine di condividere le riflessioni svolte e contribuire a creare ed alimentare la sensibilità verso le diverse sfaccettature della sicurezza sul lavoro.
  3. Contributo al Notiziario dell’Ordine, in particolare per presentare i risultati dei lavori di approfondimento svolti e renderli disponibili in senso più allargato a tutti i colleghi. È comunque aperta a ciascuno la possibilità di contribuire secondo il proprio interesse, le proprie competenze specifiche o le esperienze particolarmente significative svolte nell’ambito della propria attività professionale.
  4. Integrazione dei contenuti della sezione del sito internet riservata alla Commissione e contributo alle necessarie attività di revisione, affinché anche questo sia un agevole strumento di informazione e aggiornamento sui lavori in corso che aiuti a coinvolgere anche chi non riesce a garantire una continuità di presenza alle riunioni della Commissione o dei gruppi di lavoro. Inoltre si cercherà di migliorare le possibilità di contatto reciproco tra i componenti della Commissione, con lo scopo di favorire la conoscenza e lo scambio diinformazioni.

BIENNIO 2001 – 2002

Si fornisce nota del programma lavori della Commissione Sicurezza per il periodo restante del biennio.

Si è deciso di operare su tre livelli di partecipazione:

1.      Iniziative partecipate a tutti gli iscritti

  • sondaggi
  •  informative sul sito

2.      Iniziative partecipate alla Commissione mediante studi-dibattiti su temi specifici

  • attualmente è in corso la trattazione dei contenuti del PSC anche mediante lettura comparativa di alcuni PSC portati in Commissione da Colleghi
  • è prevista la trattazione dei contenuti del POS
  • verrà poi trattato dei costi della sicurezza
  •  incontri informali con l’ASL per uno scambio di valutazioni dalle rispettive posizioni operative

3.      Iniziativa annuale rivolta agli iscritti e ad altri soggetti potenzialmente interessati

  •  incontro/convegno su argomenti che dai riscontri relativi al punto 1 risultino di maggior interesse

Con i migliori saluti.

Ing. Claudio Bolzonella

 

Last updated: Gennaio 28, 2015 at 10:47 am