12 – Commissione Strutture e Sottocommissione conservazione dei beni monumentali e del costruito storico, diagnostica e monitoraggio strutturale – Programma

Composizione Verbali Programma Documenti Links Forum

Cenni sul programma dei lavori della commissione strutture

per gli anni 2001-2002 e 2002-2003

 

La commissione strutture ha completato nel mese di luglio 2001 l’elaborazione di un delicato documento sui compiti  e sui doveri dello strutturista affrontando e approfondendo alcuni temi di interesse generale riguardanti la deontologia professionale; le riflessioni emerse in sede di commissione sono state sottoposte al parere del Consiglio dell’Ordine e diffuse tramite il sito Internet dell’Ordine stesso.

Dal mese di ottobre 2001, dopo il rinnovo della commissione, sono stati organizzati alcuni incontri con lo scopo di raccogliere le proposte dei commissari e contemporaneamente di sviluppare iniziative di interesse per gli iscritti.

Seppur abbastanza ovvi, vale la pena di sottolineare i principi che hanno animato e animano le iniziative, i programmi e i lavori della commissione strutture.

La commissione si pone all’interno dell’organizzazione che sostiene gli ingegneri iscritti all’albo come uno dei fertilizzanti volto a contribuire alla crescita dell’Ordine stesso con particolare attenzione per i colleghi che si occupano di calcolo strutturale e dell’ambiente lavorativo in generale nel quale gli strutturisti svolgono la loro professione; essa  rivolge in modo particolare i suoi obiettivi in tre direzioni:

  • Verso le esigenze dei numerosi colleghi che si occupano di progetto e calcolo delle strutture per sensibilizzare, informare e ove possibile favorire la crescita della professionalità; in particolare la commissione intende favorire la diffusione delle norme, delle nuove tecnologie, dei sistemi costruttivi applicati con successo e degli sviluppi della scienza e tecnica delle costruzioni e dei metodi di calcolo;
  • Verso il Consiglio dell’Ordine per sostenerne le iniziative ed eventualmente suggerirne di nuove; la commissione si propone di sviluppare temi e quesiti eventualmente proposti dal Consiglio dando i richiesti contributi di approfondimento;
  • Verso i commissari stessi il cui lavoro in commissione  è innanzitutto un arricchimento personale; ogni commissario attraverso le riflessioni maturate nella sua esperienza professionale contribuisce all’ampliamento delle conoscenze dei colleghi e in qualche misura favorisce la nascita di positivi rapporti interpersonali non esclusivamente legati alla professione.

Proprio da questi convincimenti sono nate una serie di proposte che verranno valutate di volta in volta negli  incontri della commissione; qualora tali proposte fossero ritenute interessanti saranno sottoposte per un’ulteriore valutazione al consiglio dell’ordine e successivamente la commissione opererà per concretizzare tali iniziative.

Essenzialmente le proposte emerse in commissione si possono cosi riassumere:

  • Organizzazione di incontri per la crescita professionale con particolare riferimento alle esigenze dei colleghi strutturisti; diffusione di notizie, norme, informazioni utili;
  • Soddisfacimento della domanda in materia culturale tramite l’organizzazione di mostre, incontri monografici, eventi culturali di vario genere per la diffusione di esperienze particolarmente significative per le intelligenze espresse nel campo dell’ingegneria strutturale;
  • Supporto al consiglio dell’ordine.

Concretamente, le iniziative che di seguito vengono elencate, saranno sottoposte al parere del

Consiglio dell’Ordine per ottenerne oltre al supporto morale il supporto finanziario per l’organizzazione; la commissione farà in modo che le iniziative che dovessero richiedere costi siano almeno in parte finanziate o da sponsor o dai diretti fruitori delle iniziative stesse.

Ecco dunque cosa intende proporre nei prossimi mesi la commissione strutture:

  • Organizzazione di mostre su opere o su autori di elevato spessore culturale nel campo dell’ingegneria strutturale;
  • Conferenza sulla progettazione integrata e sul ruolo dello strutturista nei vari momenti progettuali dal punto di vista architettonico e culturale;
  • Incontri informativi sugli interventi e sulle nuove tecnologie di ingegneria naturalistica nei bacini montani con particolare riferimento alle seguenti opere:
  1. Sistemazioni idrauliche;
  2. Sistemazioni forestali;
  3. Sistemazione di frane ;
  4. Stabilità dei pendii;
  5. Stabilità degli argini.
  • Incontro formativo sul consolidamento degli edifici storici: L’impostazione del progetto: l’importanza della diagnostica preliminare; Esposizione degli orientamenti operativi in recenti interventi di consolidamento strutturale.
  • Conferenza sulle indagini nei fabbricati esistenti e analisi del panorama fessurativo, studio dei dissesti in relazione anche alle indicazioni della Regione Lombardia;
  • Conferenza sulle fondazioni speciali:
    1. Terre armate;
    2. Iniezioni;
    3. Iniezioni di resina;
    4. Iniezioni di cemento.

     

  • Incontro informativo sulle barriere di protezione , guard rail ecc . Con riferimento alle normative vigenti;
  • Incontro sulle reti di protezione e strutture a fili resistenti a trazione. Tensostrutture, reti per terre armate, reti di protezione;
  • Corso sul calcolo delle strutture resistenti al fuoco. Giunti resistenti al fuoco; Sistemi di protezione delle strutture esistenti che devono possedere nuovi requisiti di resistenza al fuoco; Capacità residua delle strutture che hanno subito un incendio.
  • Conferenza sui ponteggi con riferimento alle tecnologie esistenti e alle normative vigenti

 

Per alcuni degli argomenti sopra riportati si intende collaborare anche con altre commissioni ed in particolare con la commissione geotecnica.

Di tutte le iniziative una è già stata concretizzata e cioè quella relativa al consolidamento degli edifici storici; tale iniziativa sponsorizzata  da una ditta di costruzioni ha richiamato parecchi colleghi; durante tale incontro sono stati invitati i seguenti relatori: prof. Stefano della Torre, prof. Modena e il prof. Giuriani.

Altre due iniziative sono state ormai definite in tutti i dettagli:

  • Conferenza Ing. Marco Verdina sul consolidamento della Torre del Gombito (riordino dello stato tensionale con riferimento a quello preesistente alle demolizioni cinquecentesche, 11 giugno 2002);
  • Incontro formativo sul calcolo della resistenza al fuoco degli elementi strutturali (mese di settembre 2002).

Tali iniziative troveranno parziali coperture finanziarie al di fuori dell’ordine.

Per la commissione strutture –   Il presidente:  Ing. Sebastiano Moioli

Last updated: gennaio 28, 2015 at 10:44 am