Lezione 18

Strumenti di presentazione

Parte prima

 

1.0 Per iniziare

1.1 Primi passi con gli strumenti di presentazione

1.1.1 Aprire un programma di presentazione

1.1.2 Aprire diversi documenti

1.1.3 Salvare una presentazione su Hard disk o su dischetto

1.1.4 Chiudere il documento di presentazione

1.1.5 Usare le funzioni di Help

1.2 Modificare le impostazioni di base

1.2.1 Modificare il modo di visualizzazione sullo schermo

1.2.2 Usare gli strumenti di ingrandimento/zoom della pagina

1.2.3 Modificare la barra degli strumenti

1.3 Scambiare documenti

1.3.1 Salvare una presentazione con un altro formato

1.3.2 Salvare una presentazione in formato WEB

2.0 Operazioni di base

2.1 Creare una presentazione

2.1.1 Creare una nuova presentazione

2.1.2 Scegliere un layout automatico per una diapositiva 

2.1.3 Modificare il layout di una diapositiva

2.1.4 Aggiungere testo

2.1.5 Aggiungere un'immagine da una raccolta

2.2 Copiare, spostare, cancellare testo

2.2.1 Usare le funzioni Copia e Incolla per duplicare un testo

2.2.2 Usare le funzioni Taglia e Incolla per spostare un testo

2.2.3 Cancellare un testo selezionato

2.3 Copiare, spostare, cancellare immagini

2.3.1 Usare le funzioni Copia e Incolla per duplicare un'immagine

2.3.2 Usare le funzioni Taglia e Incolla per spostare un'immagine

2.3.3 Cancellare un'immagine

2.4 Copiare, spostare, cancellare diapositive

2.4.1 Usare le funzioni Copia e Incolla per duplicare una diapositiva

2.4.2 Usare le funzioni Taglia e Incolla per spostare una diapositiva

2.4.3 Cambiare l'ordine delle diapositive

2.4.4 Cancellare una diapositiva

1.0 Per iniziare 

1.1 Primi passi con gli strumenti di presentazione

1.1.1 Aprire un programma di presentazione

 

L'esigenza di presentare agli altri i propri dati o le proprie informazioni, di qualunque genere esse siano, sia a livello aziendale, che didattico o per altri scopi, è stata sempre sentita. Le applicazioni capaci di creare presentazioni efficaci e di grande impatto, sono divenute sempre più sofisticate e con l'avvento dei computer multimediali, sono divenite capaci di produrre con facilità documenti di presentazione di livello professionale.

Un documento di presentazione è un documento che integra diversi elementi di comunicazione, testo, immagini, suoni, filmati, che rendono efficace la comunicazione del messaggio. Esso è formato da diapositive (slider), che possono essere proiettate, viste sul monitor o stampate, in sequenza oppure in forma reticolare con salti ipertestuali e contengono tutti gli elementi multimediali, attivabili automaticamente o manualmente con un click del mouse.

Come per tutte le altre applicazioni di Office, anche Power Point può essere aperto in diversi modi:

Aperta l'applicazione si presenta l'ambiente di lavoro simile alle altre applicazioni di Office, con la barra del menu, le barre degli strumenti etc.

 

 

 

Appena aperto, Power Point presenta una finestra di dialogo con la quale si può aprire una presentazione esistente oppure seguire un percorso guidato per creare una presentazione personalizzata. Una diapositiva deve contenere gli elementi della comunicazione distribuiti opportunamente per avere un impatto efficace; perciò in questo caso è di particolare importanza sfruttare dei modelli preconfezionati, che possono comunque essere personalizzati.

 

 

Mediante i pulsanti di scelta a esclusione si può aprire, innanzi tutto, una presentazione esistente. Le ultime presentazioni aperte compaiono nell'elenco. Se si vuole aprire un'altra presentazione, facciamo click su Altri file.. e si aprirà la solita finestra di dialogo, nella quale possiamo cercare il file e aprirlo.

La finestra di dialogo iniziale si apre all'apertura di Power Point automaticamente, se la casella di scelta della scheda Visualizzazione del menu Strumenti/Opzioni è spuntata. Durante il lavoro tale finestra non è accessibile, ma si può aprire l'equivalente cliccando su File/Nuovo.

Aperta la presentazione si entra nell'ambiente di lavoro per modificarla o presentarla.

 

 

L'ambiente di lavoro, come si vede, mostra, oltre alle solite barre di strumenti e del menu, una zona a sinistra con l'indice delle diapositive con gli elenchi in esse contenuti in modo che sia facile la selezione per la modifica. Infatti cliccando sull'icona della diapositiva o sull'elenco viene visualizzata nella finestra a lato la diapositiva. In basso vi è una casella per le note o gli appunti relativi a quella diapositiva.

Vedremo in seguito quali sono le altre modalità di visualizzazione.

 

1.1.2 Aprire diversi documenti

 

Naturalmente Power Point permette di aprire più presentazioni contemporaneamente in modo da copiare o trasportare elementi dall'una all'altra. In questo modo è possibile sfruttare diapositive già confezionate e snellire così il lavoro.

Per aprire un'altra presentazione fare click sul pulsante Apri ( ) oppure su File/Apri, cercare il file e aprirlo.

 

1.1.3 Salvare una presentazione su Hard disk o su dischetto

 

Ciascuna presentazione aperta può essere salvata su disco fisso o su dischetto cliccando sul pulsante Salva ( ) della barra degli strumenti standard. In questo caso, se la presentazione viene salvata per la prima volta si apre la finestra di dialogo solita in cui inserire il nome e scegliere la cartella, altrimenti il file viene salvato direttamente senza ulteriori richieste. Questo pulsante equivale al comando File/Salva.

Se si vuol dare un altro nome alla presentazione, oppure se si vuole salvarla in un'altra cartella, allora occorre cliccare sul menu File/Salva con nome. In questo caso si apre sempre la finestra di dialogo in cui si può scegliere un altro nome o un'altra cartella. Ricordarsi, comunque, che il file col nome precedente non viene cancellato, ma viene chiuso automaticamente e lasciato nella sua cartella; nell'applicazione rimane aperto e attivo il nome dell'ultimo salvataggio.

Per trasferire una presentazione su dischetto è preferibile copiarlo con le solite modalità. Ciò permette di controllare la grandezza del file e prendere le precauzioni necessarie. Bisogna ricordare che nelle presentazioni spesso sono presenti diverse immagini o suoni o altri elementi che occupano molto spazio, per cui il file .ppt potrebbe non entrare in un solo dischetto. Occorre ricorrere, in questi casi, alla copia su CD, se si ha il masterizzatore, oppure al Backup o al Winzip, che permettono di spezzare il file su più dischetti.

 

1.1.4 Chiudere il documento di presentazione

 

Quando sono stati aperti più file, è possibile chiuderli uno alla volta cliccando sul pulsante di chiusura della relativa finestra ( ) oppure sul menu File/Chiudi. In questo modo rimane aperta l'applicazione.

Chiudendo l'applicazione dal pulsante di chiusura della finestra oppure dal menu File/Esci, viene chiesto se salvare le ultime modifiche apportate ai vari file e poi vengono chiuse tutte le presentazioni e l'applicazione.

 

1.1.5 Usare le funzioni di Help

 

Spesso la guida in linea viene sottovalutata. Al contrario essa è di primaria importanza per imparare a sfruttare al meglio l'applicazione e per superare eventuali problemi che si presentano. Tutto ciò che si può fare con l'applicazione, certamente è presente nella guida. Trovare l'argomento relativo è semplice.

Cliccando sulla voce di menu si apre il menu da cui si può attivare la guida o l'assistente di Office o la guida rapida.

Cliccando su Guida in linea di Microsoft Power Point, oppure premendo il tasto funzione F1 si apre la guida.

 

 

 

 

Nella finestra sono presenti tre schede, Sommario, Ricerca libera e Indice.

Nella scheda  Sommario sono contenuti tutti i titoli del contenuto della guida in modo da poterla consultare per argomento, sfruttando sempre i collegamenti ipertestuali presenti. 

La scheda Indice, invece contiene l'indice analitico in modo da poter cercare un argomento mediante una parola in esso contenuta.

La scheda Ricerca libera è la più interessante in quanto permette di cercare argomenti attraverso parole chiave ponendo direttamente il quesito. Tale quesito può essere posto anche direttamente all'assistente di Office digitandolo nella casella del quesito.

Nella casella di testo viene inserita la domanda o l'argomento cercato. Si clicca poi sul pulsante Cerca e inizia la ricerca. I titoli degli argomenti trovati vengono elencati nella casella elenco in basso, dove si può scegliere un argomento attinente al proprio problema. Sulla destra viene sviluppato l'argomento in forma ipertestuale, in modo da poter navigare in tutti gli argomenti collegati.

Il testo può essere stampato oppure copiato e incollato in un'altra applicazione dopo averlo selezionato col mouse.

 

 

1.2 Modificare le impostazioni di base

1.2.1 Modificare il modo di visualizzazione sullo schermo

 

All'apertura di una presentazione di Power Point, l'interfaccia che si presenta è quella vista in un paragrafo precedente, cioè, oltre tutte le barre di strumenti e di stao caratteristiche di tutte le applicazioni windows, lo schermo risulta diviso in tre riquadri. Il riquadro struttura, nella quale compare l'elenco delle diapositive con i relativi contenuti, i quali possono essere compressi o espansi con un doppio click col pulsante sinistro del mouse oppure scegliendo Comprimi o Espandi dal menu di scelta rapida che si apre cliccando col pulsante destro del mouse sull'icona della diapositiva.

Nel riquadro diapositiva appare la diapositiva, che può essere modificata in tutte le sue parti. Cliccando col pulsante sinistro del mouse vengono selezionate le varie parti di cui essa è composta in modo da poter apportare le modifiche. Cliccando col pulsante destro del mouse si apre un menu di scelta rapida che consente di effettuare diverse operazioni.

In basso compare il riquadro note, in cui è possibile inserire osservazioni e note, le quali possono, in seguito, essere stampate o visualizzate insieme alla diapositiva.

Si può cambiare modo di visualizzare la diapositiva sullo schermo cliccando sulla voce di menu Visualizza.

 

Quella descritta è la modalità Visualizzazione normale ed è quella in cui si effettua la creazione e la modifica delle diapositive. La visualizzazione Sequenza diapositive presenta tutte le diapositive in formato ridotto in modo da poter controllare la sequenza ed eventualmente cambiarne l'ordine.

 

 

Una diapositiva può essere spostata semplicemente trascinandola, tenendo premuto il pulsante sinistro del mouse, nel punto desiderato.

La modalità Pagina note visualizza la casella di testo note, in modo da poterla modificare a piacimento.

 

 

Infine, l'ultima modalità di visualizzazione è Presentazione che equivale alla pressione del tasto funzione F5. Con essa viene avviata la presentazione a partire dalla diapositiva selezionata. 

La voce Schema permette di accedere agli schemi della diapositiva, delle note etc. in modo da poterli modificare più agevolmente.

Le diverse modalità di visualizzazione sono accessibili, in modo più rapido, mediante i pulsanti relativi presenti in basso a sinistra nel riquadro struttura . Da sinistra a destra si hanno le visualizzazioni Normale, Struttura, Diapositiva, Sequenza, Presentazione.

 

1.2.2 Usare gli strumenti di ingrandimento/zoom della pagina

 

I vari riquadri dello schermo sono ingrandibili a piacimento per poter visualizzare i dettagli. Sulla barra degli strumenti standard è presente il pulsante Zoom, e nella voce di menu Visualizza è presente la voce Zoom, che permette di impostare il fattore di ingrandimento.

Il fattore di ingrandimento impostato si riferisce la riquadro selezionato. In altri termini, ogni riquadro (struttura, diapositiva e note) può essere ingrandito o rimpicciolito semplicemente cliccandoci sopra per selezionarlo e poi impostando lo zoom. Così, uno alla volta, possono essere ingranditi tutti e tre i riquadri.

Al solito, occorre ricordare che la visualizzazione sullo schermo non ha niente a che fare con ciò che verrà stampato.

 

1.2.3 Modificare la barra degli strumenti

 

Anche in Power Point, come nelle altre applicazioni Office, le barre degli strumenti possono essere visualizzate o nascoste e personalizzate inserendo i pulsanti più usati e nascondendone altri.

Per visualizzare o nascondere una barra degli strumenti fare click sulla voce di Menu Visualizza/Barre degli strumenti. Appare l'elenco delle barre disponibili.

 

 

Per visualizzare o nascondere una barra basta selezionare la casella di spunta relativa. Per modificare una barra fare click sulla voce Personalizza...

 

 

Nella scheda Comandi scegliere la categoria e sulla destra appariranno le icone dei pulsanti disponibili. Per inserire un pulsante in una barra presente sullo schermo basta trascinarla al suo interno prendendola dalla finestra personalizza. Per eliminare un pulsante basta prenderlo dalla barra e rilasciarlo nella finestra Personalizza.

Nella scheda Barre degli strumenti si possono visualizzare,  nascondere o eliminare le barre o crearne di nuove inserendoci i pulsanti che si desidera. Per creare una nuova barra fare click su Nuova. Viene richiesto il nome da dare alla barra. Dopo aver cliccato su OK, appare la barra ancora vuota di pulsanti. Selezionare la scheda Comandi e prelevare i pulsanti desiderati trascinandoli sulla barra creata.

 

1.3 Scambiare documenti

1.3.1 Salvare una presentazione con un altro formato

 

Quando si salva un documento Power Point, il suo formato standard è quello Presentazione (estensione .ppt). Ma le informazioni contenute in una diapositiva possono essere salvate in diversi altri modi, data la peculiare sua struttura. Per esempio si possono salvare le informazioni testuali di tutte le diapositive in un formato riconoscibile da Word, oppure si può salvare la diapositiva come se fosse un'immagine (sia essa bmp oppure gif o Jpg o wmf). La presentazione può essere salvata in formato Power Point di una precedente edizione. Si può infine salvare in un formato da mandare in rete come pagina web.

Se si fa click su File/Salva con nome si apre la finestra di dialogo del salvataggio in cui si può scegliere il Tipo di file.

 

 

Scegliendo, per esempio, il formato immagine File Jpeg viene chiesto se salvare tutte le diapositive oppure solo quella corrente. Tale immagine potrà essere usata come tutte le altre immagini. Se si sceglie, invece, Struttura/RTF vengono salvate tutte le parti testuali in un documento apribile con un editor di testo. Per avere un'idea precisa dei diversi formati è consigliabile provarli.

 

1.3.2 Salvare una presentazione in formato WEB

 

Un formato particolare e particolarmente utile data la diffusione delle reti, è il formato WEB. Per salvare in formato web fare click sul menu File/Salva come pagina web...

Nella solita finestra di dialogo compare un pulsante Pubblica, cliccando sul quale si apre una serie di finestre di dialogo in cui si possono impostare diversi parametri per la pubblicazione del file Html prodotto.

Cliccando su Salva la presentazione viene salvata in formato html visionabile con Microsoft Explorer 5 o seguenti. Se si apre questo file con Explorer si può godere della presentazione come se si fosse nell'ambiente Power Point.

Internet è divenuto un palcoscenico mondiale in cui tutti possiamo diventare visibili a tutti. Con i siti gratuitamente offerti da molte società possiamo davvero, se abbiamo qualcosa da dire, farci sentire in tutto il mondo. Una presentazione messa in rete può essere goduta da un numero teoricamente molto elevato di persone di tutti i livelli sociali, di tutti i livelli culturali. E questa è una conquista di libertà unica nella storia e ormai irrinunciabile.

 

2.0 Operazioni di base

2.1 Creare una presentazione

2.1.1 Creare una nuova presentazione

 

Quando si avvia Power Point, all'interno della finestra principale appare, come detto nella prima sezione, una finestra di dialogo che presenta tre opzioni: Creazione guidata Contenuto, Modello struttura e Presentazione vuota, oltre all'opzione di apertura di una presentazione esistente. PowerPoint si presenta mostrando i diversi metodi disponibili per creare presentazioni. Vediamoli un po' più da vicino.

La Creazione guidata Contenuto è lo strumento più veloce per creare una presentazione. Facendo clic su questa voce si avvia una procedura guidata che, attraverso semplici passaggi, permette di scegliere, tra i modelli in memoria, il tipo di presentazione che più corrisponde alle proprie esigenze.

 

 

Cliccando su Avanti, oppure sui quadrati colorati si procede nella creazione guidata.

Nella prima fase, Tipo di presentazione, PowerPoint presenta una serie di pulsanti (Tutte, Generale, Società, Progetti, Vendite e marketing, Corso Carnegie...), a ognuno dei quali corrisponde una lista di modelli tra cui si può scegliere il tipo più vicino alla presentazione che si intende creare.

Se si seleziona il pulsante Società, per esempio, appaiono i modelli Piano commerciale, Riunione della società, Risultati finanziari, Incontro con i nuovi dipendenti, etc.

Per scegliere un modello selezionatelo con il mouse e quindi fate clic su Avanti. Il programma avvia la seconda fase, Stile presentazione, in cui potete scegliere il tipo di output, cioè di utilizzo, previsto per la presentazione. le opzioni sono varie: presentazione su schermo, presentazione sul Web, lucidi, diapositive 35mm. L'ultima fase, Opzioni presentazione, richiede di inserire il titolo e gli altri elementi quali il piè di pagina, la data dell'ultimo aggiornamento e il numero di diapositiva.

Dopo aver impostato tutti i dati fate clic su Fine, in modo che Power Point cerchi il modello di presentazione più vicino alle vostre esigenze: il programma visualizza la prima diapositiva, con una struttura per l'intera presentazione, e con i riquadri di testo da riempire con i propri dati.

 

 

L'autocomposizione risulta di grande aiuto nella maggior parte dei casi. Ma può accadere che si voglia creare una presentazione che non si trova nella lista dell'autocomposizione. In questi casi è consigliabile preparare la propria presentazione utilizzando i modelli predefiniti che si trovano nella libreria, cioè nella raccolta, del programma.

Si può scegliere Presentazione vuota e poi procedere a definirne, diapositiva per diapositiva, la struttura, oppure scegliere Modello Struttura. I modelli di struttura sono pagine in cui sono già stati preimpostati il fondino e i colori da utilizzare per i testi; questo permette di scegliere il layout d'impaginazione delle diapositive una dopo l'altra.

 

2.1.2 Scegliere un layout automatico per una diapositiva (titolo, organigramma etc.)

 

Per scegliere un modello di impaginazione selezionate l'opzione Modello struttura all'apertura di PowerPoint. Selezionando il modello con il mouse si può vederne un'anteprima nel riquadro destro della finestra. PowerPoint apre la finestra Nuova diapositiva, che permettere di scegliere, tra una lista di layout, lo schema da assegnare alla prima diapositiva.

 

 

Di solito la prima diapositiva si imposta come diapositiva titolo.

Dopo aver scelto il layout, la prima diapositiva appare nella finestra di lavoro di PowerPoint: è sufficiente fare clic sulle aree predefinite per inserire il testo, che sarà automaticamente colorato e formattato secondo le impostazioni predefinite del modello.

Se invece fate clic sulla scheda Presentazioni avrete a disposizione una lista di presentazioni: selezionatene una e il programma ne mostrerà l'intera struttura, molto simile a quella della creazione guidata, che potete modificare e personalizzare in base alle vostre esigenze.

Se all'avvio del programma fate clic su Presentazione vuota, infine, PowerPoint apre la finestra Nuova diapositiva, che permette di scegliere un layout automatico per la diapositiva, nel quale però dovrete impostare lo sfondo e i colori.

 

 

 

2.1.3 Modificare il layout di una diapositiva

 

Scegliendo un modello di diapositiva non vuol dire che il suo layout non possa essere modificato. Ogni elemento della diapositiva, testo, immagini e altro, può essere modificato, eliminato, inserito, spostato, copiato; il testo può essere riformattato.

Per far ciò occorre selezionare l'elemento cliccandoci sopra e dopo procedere alle operazioni di modifica.Gli elementi più impostanti di una diapositiva sono senz'altro il testo e le immagini. Il testo viene inserito sempre in una casella di testo e le immagini occupano la loro cornice. In questo modo testo e immagini possono essere distribuiti sulla diapositiva in posizioni libere.

 

2.1.4 Aggiungere testo

 

Il testo è un elemento molto importante delle diapositive, perché permette di evidenziare gli elementi più importanti della presentazioni e i contenuti su cui si vuole attirare l'attenzione dei destinatari. È bene utilizzarlo in modo moderato, privilegiando frasi chiare ed essenziali, poiché una presentazione con molto testo comporta uno sforzo maggiore da parte di chi deve recepirla. Se non si può fare a meno di utilizzare testi lunghi è sempre consigliabile suddividerli all'interno di più diapositive.

Nelle prossime pagine vedremo come inserire il testo nelle diapositive, lavorando con il riquadro diapositiva.

Come detto prima, il testo delle diapositive è contenuto nelle caselle di testo. Se avete creato una nuova presentazione con la Creazione guidata o attraverso un Modello struttura, le caselle di testo sono già state inserite dal programma, vuote ma posizionate e formattate secondo lo stile di layout prescelto.

Per inserire il testo posizionatevi nel riquadro diapositiva, fate clic nella casella di testo, in modo che il bordo appaia evidenziato, e digitate. Le lettere appaiono con la formattazione di default del box di testo, che può essere successivamente modificata con gli strumenti della barra di Formattazione.

Per modificare velocemente la formattazione di un testo, selezionatelo e scegliete la voce Carattere dal menu di scelta rapida che si apre facendo clic con il pulsante destro del mouse.

Se volete spostare la casella di testo posizionate il cursore del mouse sul bordo della casella, in modo che si trasformi in una freccia quadrupla e, tenendo premuto il pulsante sinistro, trascinatela nel punto desiderato. Per ridimensionare la forma della casella fate clic, posizionatevi con il mouse su una delle maniglie bianche e, sempre tenendo premuto il pulsante sinistro, trascinate fino a raggiungere la dimensione voluta.

È importante accertarsi sempre che il testo non ecceda rispetto alle dimensioni del box. A differenza di altri programmi di videoscrittura, infatti, PowerPoint non consente di far scorrere il testo all'interno di più campi (o tra diapositive diverse): se il testo è troppo lungo è necessario tagliano oppure ridimensionare la casella che lo contiene. Per modificare il testo fate clic nella casella e digitate le correzioni come fareste con qualsiasi editor di testo.

È anche possibile creare nuove caselle di testo: selezionate il comando  del menu Inserisci/Casella di testo, oppure l'icona Casella di testo ( ) sulla barra degli strumenti Disegno, spostate il cursore nel punto in cui volete inserire la casella, fate clic sulla diapositiva e trascinate il mouse in modo da dimensionarla.Se vi capita di compiere un errore, si può rimediare utilizzando il comando Annulla. Finito di digitare i testi, ricordarsi di verificare l'ortografia con il controllo automatico, che si attiva premendo il tasto F7 o selezionando il comando Controllo ortografia sulla barra degli strumenti.

È possibile modificare il titolo o il testo della diapositiva anche lavorando nel Riquadro struttura. In questo caso è sufficiente posizionarsi con il mouse nel punto in cui si vuole inserire il testo, fare clic in modo che appaia un cursore a barra e digitare. Mentre si digita il testo PowerPoint visualizza la dia positiva su cui si sta lavorando nel Riquadro diapositiva e mostra le modifiche che si stanno compiendo passo dopo passo.

Per quanto riguarda la struttura e i contenuti della presentazione. di solito si segue uno schema molto semplice: introduzione, trattazione degli argomenti, conclusioni. Le prime slide, infatti, dovrebbero rappresentare una sorta di indice, che informa sui contenuti trattati, quelle successive dovrebbero essere dedicate alla presentazione dei vari argomenti e quelle finali "tirare le somme". La regola base, comunque, vuole che a ogni dia positiva corrisponda l'illustrazione di un concetto.

Il rapporto tra diapositive grafiche e diapositive testuali dipende dagli scopi della presentazione: di solito quelle testuali prevalgono nelle presentazioni didattiche, quelle grafiche nelle presentazioni commerciali. È importante, però, che nelle diapositive testuali non si vada oltre le cinque, sei righe e si utilizzino frasi brevi o elenchi. Questi ultimi, infatti, oltre a permettere di presentare un concetto articolato in più punti, hanno maggiore immediatezza.

 

2.1.5 Aggiungere un'immagine da una raccolta

 

Le diapositive di PowerPoint possono contenere due tipi principali di oggetti grafici: gli oggetti disegno e le immagini. Gli oggetti disegno includono le forme, le curve, le linee, le figure a mano libera e le Wordart e possono essere modificati e decorati con colori, motivi, bordi e altri effetti utilizzando la barra degli strumenti Disegno, del tutto simile a quella di Word. Di ciò ci occuperemo in altra sezione.

A differenza degli oggetti disegno le immagini sono oggetti grafici che vengono copiati da un altro file e includono bitmap, ClipArt, immagini catturate con uno scanner o una fotocamera digitale oppure fotografie digitali scaricate da Internet. le immagini possono essere ridimensionate, ricolorate e decorate con gli strumenti posti sulla barra degli strumenti Immagine.

 

 

In PowerPoint è disponibile un'ampia raccolta di immagini ClipArt. Per inserire una ClipArt in una presentazione potete creare una nuova diapositiva utilizzando un layout di tipo ClipArt e Testo: in questo caso è sufficiente fare doppio clic nel segnaposto appropriato e PowerPoint apre la finestra Raccolta ClipArt Microsoft, del tutto simile a quella vista in Excel e in Word.

Se volete inserire un'immagine ClipArt in una diapositiva già esistente, invece, utilizzate il pulsante Inserisci ClipArt ( ) sulla barra degli strumenti Standard oppure il comando ClipArt del menu Inserisci. Dopo che è stato avviato l'inserimento di un'immagine ClipArt compare una finestra di dialogo che permette di selezionare, nelle categorie in cui è organizzato l'archivio di PowerPoint, l'immagine da inserire nella diapositiva.

Per inserire una qualunque altra immagine, invece, selezionate il comando Immagine del menu Inserisci e quindi fare clic sulla voce Da file del menu a discesa. Una volta che l'immagine è stata inserita in una diapositiva, PowerPoint visualizza la barra degli strumenti Immagine, che può essere impiegata per modificare il contrasto, la luminosità e la colorazione dell'oggetto. Per utilizzare un comando è sufficiente fare clic sull'immagine, per selezionarla, e poi fare clic sul comando.

Se la barra degli strumenti Immagine non viene visualizzata automaticamente, fate clic con il pulsante destro del mouse sull'immagine, quindi scegliete Mostra barra degli strumenti Immagine dal menu di scelta rapida.

 

2.2 Copiare, spostare, cancellare testo

2.2.1 Usare le funzioni Copia e Incolla per duplicare un testo

 

Le funzioni di taglia copia e incolla in Power Point sono simili a quelle delle altre applicazioni Office. In realtà tali funzioni sono proprie del sistema operativo, più che delle singole applicazioni.

Ricordiamo qui che tali funzioni possono essere configurate in diversi modi:

Ø               Dal menu Modifica e poi Taglia, Copia, Incolla e Incolla speciale

Ø               Mediante i tasti di scelta rapida CTRL+X per tagliare, CTRL+C per copiare, CTRL+V per incollare un testo selezionato.

Ø               Mediante il mouse trascinando una selezione per tagliare e incollare oppure trascinando tenendo premuto il tasto CTRL per copiare e incollare una selezione

Più in dettaglio, un testo già scritto in una casella di testo per essere copiato in un'altra casella o in un'altra diapositiva, o in un'altra presentazione, deve essere selezionato con le solite tecniche (con i tasti SHIFT e frecce oppure col mouse), poi attivare, con una delle modalità dette prima, la funzione Copia ( in questo modo il testo viene copiato negli appunti di Windows) e infine posizionare il cursore a I oppure il cursore del mouse, se la selezione viene trascinata, nel punto in cui si vuole inserire il testo, e rilasciare il pulsante del mouse oppure attivare la funzione Incolla con una delle modalità dette prima (il contenuto degli appunti viene inserito senza che il testo selezionato venga cancellato).

 

2.2.2 Usare le funzioni Taglia e Incolla per spostare un testo

 

Naturalmente il testo selezionato può essere copiato in altro punto e contemporaneamente cancellato. In questo caso occorre attivare, invece della funzione Copia, la funzione Taglia. In questo modo il testo viene copiato negli appunti di Windows e cancellato dalla posizione corrente.

 

2.2.3 Cancellare un testo selezionato

 

Nel caso la selezione voglia essere semplicemente cancellata senza essere copiata in altra parte, è sufficiente premere il tasto CANC.

Ricordare, comunque, che se si è commesso un errore è sempre possibile rimediare premendo il pulsante Annulla ( ).

 

2.3 Copiare, spostare, cancellare immagini

2.3.1 Usare le funzioni Copia e Incolla per duplicare un'immagine

 

Gli Appunti di windows, cioè la memoria in cui vanno a finire i Taglia e Copia, non fanno distinzione fra testo e immagini. Essi riconoscono se si tratta di testo o di immagini o di altri oggetti, per cui le operazioni necessarie per copiare e incollare immagini è esattamente lo stesso che per un testo.

Occorre innanzi tutto selezionare l'immagine da copiare cliccandoci sopra una volta col mouse, quindi attivare la funzione di Copia con una delle modalità dette sopra. Spostarsi in un punto vuoto della stessa diapositiva oppure in un'altra diapositiva della stessa presentazione o di un'altra e incollare il contenuto degli appunti.

La funzione Incolla speciale.. permette di incollare il contenuto degli appunti in diversi modi. Cliccando sulla voce di menu si apre una finestra di dialogo, in cui è possibile effettuare una scelta su come incollare il contenuto degli appunti:

 

 

2.3.2 Usare le funzioni Taglia e Incolla per spostare un'immagine

 

Se invece della funzione Copia viene attivata la funzione Taglia, l'immagine selezionata viene cancellata, ma viene sempre memorizzata negli appunti da cui può essere incollata in altro punto.

 

2.3.3 Cancellare un'immagine

 

L'immagine selezionata può essere cancellata semplicemente premendo il tasto CANC. Anche qui, eventuali errori sono rimediabili premendo il tasto annulla oppure la voce di menu Modifica/Annulla.

 

2.4 Copiare, spostare, cancellare diapositive

2.4.1 Usare le funzioni Copia e Incolla per duplicare una diapositiva

 

Talvolta alcune diapositive di una presentazione cambiano solo per qualche elemento. In questi casi può essere utile duplicare una diapositiva e apportare poi le eventuali modifiche.

Per le diapositive si opera come per un'immagine o un testo; in altri termini viene copiata negli appunti di windows e poi inserita nella struttura della stessa presentazione o di altre.  Ciò che cambia è il modo di procedere a seconda della visualizzazione.

Se si è in Visualizzazione Normale, l'azione di Copia e Incolla deve essere fatta nel riquadro struttura. In questo riquadro selezionare la diapositiva che si vuol copiare con un click del mouse sopra l'icona dell'elenco. A questo punto attivare la funzione Copia in uno dei modi soliti. Spostarsi infine sulla diapositiva, prima della quale si vuole inserire il contenuto degli appunti e attivare la funzione Incolla.

Se si è in Visualizzazione Sequenza diapositive sono visibili, miniaturizzate, tutte le diapositive della presentazione, per cui è sufficiente selezionare la diapositiva che si desidera copiare cliccandoci sopra, attivare la funzione Copia, cliccare sulla diapositiva prima della quale si vuole inserire e attivare la funzione incolla.

 

2.4.2 Usare le funzioni Taglia e Incolla per spostare una diapositiva

 

Ciò che è stato detto sopra vale pari pari per la funzione Taglia. In questo caso la diapositiva viene cancellata, ma esiste sempre negli appunti di windows, da cui può essere incollata in qualunque altra presentazione come diapositiva e nelle altre applicazioni come immagine.

 

2.4.3 Cambiare l'ordine delle diapositive

 

Talvolta risulta necessario cambiare l'ordine delle diapositive. Questa operazione può essere eseguita sia in visualizzazione normale all'interno del riquadro struttura, che in visualizzazione Sequenza diapositive. In entrambi i casi occorre spostare le diapositive cliccandoci sopra col mouse e trascinandole nel punto di inserimento, rilasciando alla fine il pulsante. Si può ricorrere anche al Taglia la diapositiva e Incolla nel punto desiderato. Ciò è utile quando si devono spostare più diapositive contemporaneamente.

 

2.4.4 Cancellare una diapositiva

 

Al solito, una diapositiva selezionata si può eliminare semplicemente premendo il tasto CANC.

Molte delle operazioni descritte in questi paragrafi possono essere fatte anche cliccando col pulsante destro del mouse e scegliendo il comando opportuno dal menu di scelta rapida che si apre.