Programma biblioteca - parte seconda

 

4.0 Tabella utenti

5.0 Tabella prestiti

6.0 Relazioni tra le tabelle

7.0 Maschere di immissione

4.0 La tabella utenti

Cerchiamo ora, in modo analogo a quanto fatto per la tabella libri, di creare la tabella relativa agli utenti.

Dobbiamo, in primo luogo, individuare quali sono i dati che ci interessa rilevare di ciascun utente;  i dati che intendiamo inserire in corrispondenza di ciascun utente (ovviamente ciascuno potrà personalizzarli a seconda delle proprie esigenze) sono nell'ordine il nome, il cognome, la data di nascita, la residenza ed un recapito telefonico. In questo caso risulterà anche molto importante inserire un codice di tre o più cifre per identificare in modo univoco i nostri utenti

 Schematizzando le nostre esigenze otteniamo il seguente schema operativo della nostra tabella.

Nome

Tipo

Note

Codice Utente

Testo

Dimensione campo: 10; richiesto: Si; Consenti lunghezza zero: No; Indicizzato: No
Nome

Testo

Dimensione campo: 50; richiesto: Si; Consenti lunghezza zero: No; Indicizzato: No
Cognome

Testo

Dimensione campo: 50; richiesto: No; Consenti lunghezza zero: No; Indicizzato: No
Anno di nascita

Testo

Dimensione campo: 4; richiesto: No; Consenti lunghezza zero: No; Indicizzato: No
Residenza

Testo

Dimensione campo: 255; richiesto: Si; Consenti lunghezza zero: No; Indicizzato: No
Telefono

Testo

Dimensione campo: 20; richiesto: No; Consenti lunghezza zero: No; Indicizzato: No

Operando come per la tabella libri otterremo il seguente risultato

5.0 La tabella prestiti

Da ultimo dobbiamo creare la tabella prestiti.  In questo caso i dati che ci interessa rilevare di ciascun prestito sono la data di prestito e la data di restituzione del libro. Ovviamente dovremo anche inserire dei dati relativi all'utente che prende in prestito il libro ed il libro stesso: ma questi dati li abbiamo già inseriti nelle altre tabelle; dobbiamo solo inserire dei campi con le stesse caratteristiche dei dati omologhi presenti nelle altre tabelle.

 Schematizzando le nostre esigenze otteniamo il seguente schema operativo della nostra tabella.

Nome Tipo Note
Codice Utente

Testo

Dimensione campo: 10; richiesto: Si; Consenti lunghezza zero: No; Indicizzato: No
Data prestito

Data/ora

Indicizzato: No
Data reso

Data/ora

Indicizzato: No
Segnatura

Testo

Dimensione campo: 50; richiesto: No; Consenti lunghezza zero: No; Indicizzato: No

Operando come per la tabella libri otterremo il seguente risultato

6.0 Relazioni tra le tabelle

A questo punto possiamo impostare delle relazioni tra le varie tabelle che abbiamo realizzato.

Possiamo procedere nel modo seguente: selezioniamo Strumenti e quindi Relazioni, ottenendo una schermata vuota; selezionando Relazioni e quindi Mostra Tabella, comparirà la seguente schermata

inseriamo tutte e tre le tabelle cliccando Aggiungi

A questo punto possiamo stabilire una relazione tra la Tabella Prestito e la Tabella Libri; il campo che ci permette di stabilire una relazione tra le due tabelle è Segnatura. Tenendo cliccato il tasto sinistro del mouse, trasciniamo il campo Segnatura della tabella Prestito sul Campo Segnatura della Tabella Libri. Otterremo la seguente schermata

Cliccando Crea stabiliamo una relazione tra le due tabelle. Allo stesso modo possiamo realizzare una Relazione tra la tabella Prestito e la Tabella Utenti: il campo in comune è Codice Utente. Alla fine di queste operazioni otterremo il seguente risultato

Le linee evidenziate indicano che abbiamo realizzato delle relazioni tra le varie tabelle.

7.0 Maschere di immissione

A questo punto potremmo iniziare ad operare immettendo dati nelle varie tabelle. Se però vogliamo che il database abbia un aspetto più gradevole, oppure desideriamo che venga utilizzato da persone che non conoscono in dettaglio l'utilizzo di Access, possiamo realizzare delle maschere di immissione dati, che permettono di migliorare l'interfaccia con l'utente.

Andiamo nella sezione dedicata alle maschere e scegliamo l'opzione Crea una maschera mediante una creazione guidata; la prima schermata che compare 

Scegliamo la tabella Libri e selezioniamo tutti i campi ad eccezione dell'identificativo ID.

Cliccando avanti comparirà una seconda schermata nella quale ci verrà richiesto il layout da applicare alla maschera

Scegliamo l'opzione a colonne e clicchiamo Avanti.

Comparirà una terza schermata con la quale ci viene richiesto lo stile da utilizzare.

Scegliamo, ad esempio, l'opzione carta di riso e clicchiamo avanti.

Da ultimo comparirà una schermata nella quale ci verrà richiesto il nome da applicare alla maschera che stiamo realizzando: scegliamo Libri.

Finalmente abbiamo completato le operazioni richieste. Se tutto è stato eseguito nel nodo corretto, aprendo la maschera Libri otterremo questo risultato

Come potete notare, con l'ausilio di questa maschera, anche un utente inesperto, con poche indicazioni può essere in grado di inserire informazioni all'interno del nostro database.

Ovviamente qualunque modifica vogliamo apportare alla maschera è sufficiente andare in modalità struttura; ad esempio, volendo inserire una intestazione che meglio identifichi la maschera, potremo ottenere un risultato come il seguente

Allo stesso modo potremo realizzare una maschera per l'immissione degli utenti

e una maschera per la gestione dei prestiti

Se volete scaricare il file access zippato (dimensioni 284 Kbyte)  aggiornato cliccate qui.

La prossima settimana completeremo la creazione del programma!